ABBIGLIAMENTO TECNICO

In questo articolo viene mostrato quale abbigliamento tecnico è opportuno scegliere per il Dirt Track.

  1. CASCO-OCCHIALI
  2. TUTA
  3. PROTEZIONI  – INTIMO SPORTIVO
  4. GUANTI
  5. STIVALI
  6. SUOLA DI METALLO FLAT TRACK

1. CASCO – OCCHIALI

Il CASCO dev’essere integrale e la scelta migliore ricade senz’altro sul casco da CROSS.

Il casco da cross è molto più ventilato di un casco stradale, presenta la visiera paraspruzzi e permette di utilizzare occhiali rimovibili. In America, su piste estremamente veloci (dove si toccano i 200km/h) vengono giustamente utilizzati caschi stradali.

Gli OCCHIALI da cross permettono l’applicazione sulla loro superficie di lenti a strappo, utili a mantenere la visuale pulita a seguito di schizzi di fango. Sulla stessa lente degli occhiali da cross, nel caso in cui si preveda che lo sporco sulle lenti sarà eccessivo, è possibile montare un equipaggiamento chiamato “Roll Off” che con due rullini posizionati ai lati della lente e azionati manualmente con un cordino, facciano scorrere una pellicola da una parte all’altra mantenendo chiara la visuale. Quest’ultimo sistema limita un po’ l’ampiezza della visuale.


2. TUTA

Non essendoci ancora una tuta specifica da Dirt Track (ci stiamo lavorando!), per ora la scelta ricade su:

  • PANTALONI E MAGLIA DA CROSS: questa scelta è la più utilizzata. L’abbigliamento da cross, che richiede a parte l’acquisto delle protezioni, offre la massima leggerezza e comodità, ma non è il top per quanto riguarda la protettività. Altro vantaggio dell’abbigliamento da cross è che è possibile lavarlo in lavatrice senza comprometterne la qualità;
  • TUTA IN PELLE: sicuramente offre la maggiore protettività.  Esistono di due tipi, da velocità (più pesanti) e da motard (più leggere ed elasticizzate). Spesso le tute in pelle dispongono di protezioni integrate,  ma non si possono lavare in lavatrice e anche le migliori tute limitano leggermente i movimenti del pilota, contribuendo ad un maggiore affaticamento fisico;
  • TUTA DA SPEEDWAY: sono tute intere, discretamente leggere, non reperibili in Italia. Queste tute sono solitamente costruite in Kevlar e possono offrire un buon compromesso tra protettività e leggerezza. Rimane la scomodità della tuta intera.

Nella foto seguente, da sinistra, il nostro caro amico Marco Buzzi (che purtroppo ci ha lasciato il 21-01-18) con abbigliamento da cross, Francesco Cecchini con tuta in pelle, Emanuele Marzotto con tuta da Speedway.

3. PROTEZIONI – INTIMO SPORTIVO

Sotto la tuta da cross è necessario acquistare a parte le protezioni quali:

  • PARASCHIENA: conviene acquistare paraschiena lunghi (che proteggano tutta la colonna) completi di paracostole;
  • PARACOSTOLE: se non incluso nel paraschiena il paracostole è necessario per proteggere il corpo da impatti frontali, quali anche detriti;
  • GOMITIERE: la versione con snodo sono le migliori, da non stringere eccessivamente per non limitare l’afflusso di sangue all’avambraccio;
  • GINOCCHIERE: le migliori sono i tipici “tutori sportivi”, ovvero quelle che oltre a proteggere dagl’urti guidano il movimento naturale del ginocchio limitando le torsioni. Noi abbiamo scelto le Keypower;
  • COLLARE PROTETTIVO: Il collare protettivo protegge il collo da impatti violenti. Particolarmente indicato per il motocross, per via dei salti e degli ostacoli contro il quale si può impattare, nel Dirt Track non è utilizzato praticamente da nessuno. Tuttavia, male non fà!

L’INTIMO SPORTIVO, che può essere la tuta completa o spezzata busto/gambe in materiale tecnico traspirante, aiuta a far respirare la pelle e conferisce molta comodità.

4. GUANTI

Il guanto ideale per il Dirt Track è quello tipico da velocità o da supermotard con protezioni su nocche. Dev’essere fatto di pelle per resistere alle abrasioni in caso di caduta su piste dure. Il guanto da cross, infatti, in caso di caduta si buca facilmente.

5. STIVALI

Per la scelta degli stivali bisogna considerare quali delle discipline Flat Track e TT si pratica più spesso. Alla luce di questa scelta e dei propri gusti personali si sceglieranno degli stivali da velocità/Flat Track/speedway o da motocross.

Per il Flat Track spesso vengono usati stivali da velocità o appositi da Speedway (simil velocità). La scelta viene suggerita dal fatto che in ovale non vengono affrontati salti e quindi viene meno la richiesta di avere stivali robusti e protettivi, che sono anche più pesanti.

Gli stivali specifici da Flat Track dispongono della suola sinistra senza tacco (proprio perchè l’ovale viene affrontato in senso antiorario), mentre lo stivale destro ha il tacco come gli stivali da velocità.

Per il TT invece, dovendo affrontare anche curve verso destra e salti, spesso vengono scelti gli stivali da cross appositamente risuolati con suole Vibram intercambiabili da supermotard.

6. SUOLA DI METALLO FLAT TRACK

Nel Flat Track è utile (ed è consentito nelle gare) l’uso della suola di metallo sul piede sinistro per agevolare lo scivolamento del piede e quindi la derapata in ingresso curva. La suola è spesso realizzata in ferro con riporto sulla superficie di un materiale più duro all’erosione (ad esempio stellite). Infatti le suole realizzate in solo ferro infatti si consumano velocemente. Eventuali suole danneggiate si possono comunque riparare.

Non è facile trovare in commercio delle suole standard, infatti solitamente sono gli artigiani a produrle su misura.